piacere a tutti marketing

…Sai che esistono persone a cui non piace la pizza?

Se pensi che questa informazione non abbia a che fare con il tuo business, hai proprio bisogno di leggere questo articolo. 

Sai che esistono persone a cui non piace la pizza?
Persone a cui non piace il cioccolato e altre a cui non piace il caffè?

Dare per scontato che qualcosa piaccia a tutti è un errore. Quando si tratta di business, è un errore che si paga a carissimo prezzo!

Pensi sia davvero possibile piacere a tutti?
Pensi che tu e il tuo negozio possiate accontentare tutti i possibili clienti che stanno cercando un mobile?
Se è così, penso proprio che stai sbagliando alla grande.

Oggi più che mai è difficile, direi quasi impossibile, essere adatto a tutti.

Molti negozianti e molti imprenditori sono convinti che il loro prodotto possa calzare a chiunque, ma il più delle volte sbagliano.

Se ti dovessi trovare nella situazione di fare un acquisto, pensi che useresti sempre gli stessi criteri per scegliere il tuo fornitore?

Immagina di trovarti nel bisogno di comprare una qualsiasi cosa cui non dai alcun valore: spenderesti serenamente i tuoi soldi o andresti al risparmio?
Se invece fossi nella situazione di dover acquistare qualcosa cui tieni in particolar modo, avresti lo stesso atteggiamento verso il denaro, o forse in questo caso il risultato conterebbe qualcosina di più?
Penso che le risposte siano ovvie….

Allora perché quando fai le scelte per il tuo negozio su:

• Quale messaggio di marketing adoperare
• Quali mobili inserire in esposizione
• Quali fotografie inserire nel tuo sito internet
• Quale tipologia di venditore assumere
• Quali marchi tenere
• Quali clienti servire

Non ragioni alla stessa maniera?

Sono sicuro che la paura di non perdere nessun cliente e la voglia di accontentare tutti hanno sempre il sopravvento quando devi prendere questo tipo di decisioni.

Ma sei proprio certo che in questa maniera una persona vedrà in te e nella tua attività un punto di riferimento?

Se cerchi di piacere a tutti, finisci per non convincere nessuno.

Se un giorno proponi arredamenti completi a € 10.000,00 e il giorno dopo ti vanti di avere in vetrina i brand più blasonati, forse qualcosa non va…

Sono sicuro che la tua esperienza ti possa portare a saturare tutte le richieste del mercato, non lo metto in discussione! Ma è davvero questo ciò che il mercato ti sta chiedendo?

Se una persona non conosce te e il tuo punto vendita, come può capire quali sono i tuoi punti di forza rispetto ai concorrenti, quali sono le cose in cui sei davvero il migliore, per iniziare una valutazione iniziale con la tua attività?

Oggi il 68% della decisione di acquisto è già determinato prima ancora che avvenga un contatto umano.

Ci tengo a precisare che questo dato non riguarda esclusivamente il mondo del mobile, ma penso che questo numero sia in grado di farti iniziare a ragionare.

Le persone non si fidano di te, come logicamente non si fidano di me!
Questa non vuole essere una critica, ma è un dato non opinabile.

Oggi le persone non si fidano a prescindere!

I potenziali acquirenti, anche dopo essere stati nel tuo showroom, grazie al passaparola dei vecchi clienti, della tua invidiabile location, dei marchi importanti che hai mostrato, della tua professionalità indiscussa… ti garantisco che ancora non si fidano di te!

Posso giurarti che quando tornano a casa dopo i vari giri esplorativi, e tu rientri nella loro rosa dei prescelti ai quali dare una possibilità, ancora non si fidano di te!

Prima di comprare da te andranno quindi a indagare per scoprire chi sei, che cosa hai fatto, cosa ti rende migliore di tanti altri e perché si dovrebbero fidare proprio di te…

Se tutte le informazioni che riescono a recuperare sono contrastanti, non ci mettono più di due secondi a scartarti in favore di qualcun altro!

La casa è uno dei mondi più critici su cui lavorare.

Molte persone spendono denaro in macchine e viaggi, senza starci tanto a pensare, con molta più leggerezza di quando devono fare un acquisto per casa.

Ci troviamo in un ambiente dove la trasmissione di fiducia e garanzia è portata al limite.

Ora prova a pensare: se dovessi acquistare qualcosa per una tua passione cui tieni veramente tanto, andresti dal primo improvvisato che ha palesemente l’aria di non aver capito neanche lui che cosa vorrà fare da grande?

Oppure compreresti dal migliore, quello che sai già che non sarà il più economico, ma saprà sicuramente risolvere la tua esigenza?

Con questo non voglio necessariamente dire che bisogna lavorare sulla nicchia economica più alta del mercato, forse non serve.

In ogni caso, devi decidere tu a chi ti vuoi rivolgere.

Bisogna focalizzarsi, e questo molte volte vuol dire assumersi una grossa responsabilità. Ma non si tratta di un rischio a lungo termine: si tratta di un investimento necessario.

Oggi in qualsiasi ambiente lavorativo non basta credere tanto in se stessi ed essere motivati.

In molti seguono correnti formative che puntano solo su questo, ma alla fine rimane tanto fumo, pochi soldi e molte lacrime.

Fino a quando saremo convinti che “volere è potere” percorreremo poca strada.

Da parte mia, il vero motto è “sapere è potere”.

Il problema è che per “sapere” bisogna investire tanto sudore e denaro, mentre il “volere” è più semplice ed economico.

Io consiglio sempre un altro passettino dopo il “Sapere”, che è il “Fare”.

Vuoi essere uno che desidera e spera, oppure uno che sa e mette in pratica?

Se fai già parte di ArredoAcademy è perché a questa domanda ti sei già dato la risposta giusta.

Se, invece, ancora non ne fai parte ma pensi che sia arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti, fissandoti obiettivi concreti e mettendoli in pratica, contattaci: saremo felici di conoscerti e di fare squadra!